Sant’Agostino

4-sant_agostino

La prima pietra del’edificio fu posta il 13 febbraio 1500. Nell’annesso convento si stabilirono gli agostiniani, che si sarebbero presi cura dell’edificio di culto. Durante la guerra di successione austriaca (1740-1748), il re Carlo Emanuele III di Savoia convertì la chiesa e il convento di S. Agostino in ospedale militare. Gli agostiniani fecero ritorno dopo la pace di Aquisgrana, conclusa nel 1748. La chiesa ospitò nuovamente l’ospedale nel 1794; dopo la soppressione degli ordini religiosi nel 1798 fu tenuta aperta ancora per un breve periodo di tempo, finché nel 1802 venne chiusa definitivamente e venduta all’asta, con il convento ed i beni annessi. Dal 1879 al 1885 il vescovo Buglioni di Monale acquistò i fabbricati ed il terreno contiguo per riportare il culto nella chiesa.

Dell’antico edificio non restava quasi più nulla e dunque il vescovo fece ricostruire la chiesa e il campanile, secondo le forme attuali. La chiesa fu riaperta al culto il 28 agosto 1882 e 10 anni dopo divenne sede parrocchiale, prendendo i titoli dalle due chiese che precedentemente furono parrocchia: S. Bernardo (eretta nel 1500 dentro le mura della città) e S. Martino (attuale santuario della Consolata). La parrocchia incide oggi su un territorio che accoglie circa 3.300 abitanti.

Maggiori informazioni su www.saluzzosantagostino.it

Contatti

Indirizzo della parrocchia:
Via S. Agostino, 19
12037 - SALUZZO (Cuneo)
telefono: 0175 42187

Parroco:
don Bernardino Giordano

Orari ufficio parrocchiale

Dal Lunedì al Venerdi:
Mattino 9,00-11,00;
Pomeriggio chiuso.